venerdì 9 dicembre 2016

Un gesto



Esco dal laboratorio di fretta con la mente che già vaga alle mille cose che ho da fare. Domani è l'8 Dicembre e chissà che campo di battaglia sarà là dietro ... in quei corridoi che sanno di arancine fritte, zucchero cotto e ricotta. Eppure ora è ancora sera e io devo pensare a cosa mangerò ... entro alla coop e senza nemmeno pensarci troppo prendo velocemente una confezione di piadine, un pò d'insalata, del crudo.... cazzo .. dimenticavo i biscotti della colazione che se no con il cavolo mi viene voglia di alzarmi domani ....
Corro alla cassa ... eh no non ci voleva ... la coda è lunga a quest'ora della sera e tutti hanno sul volto la stanchezza della giornata ...aspetto paziente il mio turno fino a quando il pianto a dirotto di un bambino mi distoglie dai miei pensieri ... una donna s'intrufola lungo la coda della cassa; indiana, 40? o forse 45 anni chissà ... in braccio un frugoletto disperato e dietro di lei due piccole bambine quasi donne oramai ...l'indiana si fa largo, mi passa accanto e mi supera senza nemmeno chiedere la cortesia di farla passare avanti .... già indignata guardo la scena e poi ... la ragazzina dietro di lei si volta e si scusa: due semplici parole .. "la scusi...le dispiace se passiamo?" e la mia mente di colpo si ferma, il tempo si ferma, ed io resto rapita da quella gentilezza inaspettata .. da quel sentirsi in colpa, in imbarazzo per sbagli non propri ... e non so, un brivido mi attraversa la schiena e prego .. prego che quella ragazzina che conosce l'umiltà e la cortesia riesca con il tempo a mantenere quelle sue doti intatte in un mondo di sbruffoni e maleducati ... prego che conosca la felicità e che non si debba più sentire in dovere di chiedere scusa per colpe non sue ... prego affinchè io non dimentichi quella scena e la consapevolezza che i giusti saranno per sempre giusti e che una goccia può davvero cambiare il mondo... o per lo meno che io riesca, per sempre, a continuare a crederlo.

 
    Da una ricetta del Maestro A. Besuschio

25gr di zucchero a velo
40gr di polvere di nocciole
10gr di farina
1gr di lievito
35gr diuova
1gr di sale
20gr di burro liquido
3gr di olio di nocciole
1/4 di buccia di limone
gianduja a cubetti a piacere
crumble alle nocciole a piacere

in una ciotola mettere tutte le polveri setacciate. unire piano le uova e mescolare con una frusta, poi il burro liquido a temp.ambiente, l'olio e la scorza di limone. versare nello stampo unire il gianduja e il crumble cuocere a 160°c per circa 15-20 min.


 

5 commenti:

  1. La gentilezza e l'educazione sono ormai merce rara, quelle poche pelle che brillano in un oceano di vuoto di sentimenti e valori. Ben venga conservare fino così preziosi e belle le giornate in cui questa rarità si riesce a trovare. Mi unisco alle tue preghiere e alla bellezza di questo cake. Unica cosa: mi sa che hai dimenticato di scrivere quante uova occorrano e hai scritto due volte il lievito :) Altra domanda: che stanno ne viene fuori con questi dosaggi? Grazie mille (memore dei tuoi Pan meini, che mi regalasti per uno swap, appena spunti fuori con una nuova ricetta mi viene voglia di provarla :) tra le tante Meraviglie che prepari, questa mi sembra quella più alla mia portata di comune mortale :) ) baci :*

    RispondiElimina
  2. ma grazie!! le tue parole mi rendono davvero felice :D per quanto riguarda le dosi le ho corrette.. così non ti puoi sbagliare .. a volte arrivo stanca e un pò esaurita alla sera :P per le dimensioni dello stampo io ho usato uno stampo di larghezza 3 cm e di lunghezza 20 cm ... insomma è proprio piccolino ma considera che un poco in cottura si gonfia :D
    aspetto i tuoi resoconti post assaggio !!! un abbraccio grande e a presto!!!!!

    RispondiElimina
  3. Eccomi carissima....bello il tuo blog...che seguirò con molta attenzione. Sei una forza! Poi ti dirò del cake, che rifarò con piacere....non appena avrò il tempo, che come certo sai è tiranno....un bacione ....Alfredo

    RispondiElimina
  4. Complimenti per il tuo bellissimo blog! ti seguo!
    Se ti va di ricambiare passa da me:
    http://marycosmesi.blogspot.it

    RispondiElimina